Difesa, Gasparri: basta con ipocrisia dei moralisti grillini

Mpd

Roma, 17 nov. (askanews) - "I moralisti 'un tanto a chilo' grillini sono bugiardi ed ipocriti. Non bastava Di Maio che riempie i tanti ministeri, dove immeritatamente approda, di amici e sodali strapagati con soldi dei cittadini, il famoso metodo Sorial. Non bastava il vice ministro Cancelleri che si è fatto accompagnare da sorella e cognato, manco fosse Fini, a un incontro legato alla sua funzione. Ora apprendiamo da cronache stampa delle imprese dell'ex ministro della Difesa Elisabetta Trenta. Ho presentato una interrogazione urgente in Senato per sapere se sia vero che la Trenta, ottenuto un lussuoso appartamento romano dal ministero della Difesa in ragione del suo incarico, benché risulterebbe proprietaria di una casa a Roma, una volta cacciata per manifesta inadeguatezza dall'incarico di governo, abbia utilizzato il ruolo di maggiore dell'Esercito del marito per affidare al coniuge l'appartamento (quando era ancora ministro in carica) e averlo in uso anche dopo la perdita dell'incarico. È bene specificare che il grado del maggiore consorte Passarelli non giustificherebbe l'assegnazione del lussuoso appartamento in zona San Giovanni. Chiedo al ministro Guerini una risposta sollecita. A chi risulta assegnato l'appartamento? È ancora nella disponibilità dell'ex ministro Trenta e dei suoi familiari? Quale canone ha pagato la Trenta quando era ministro e quanto paga il maggiore marito? Se infine il ministro non ritenga di sgomberare entro oggi l'alloggio di pubblica proprietà. Uno vale uno, Trenta vale zero". Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri (FI).