Difesa, Guerini: centrale la formazione di uomini e donne

Red/Cro/Bla

Roma, 7 nov. (askanews) - "Il futuro di ogni organizzazione risiede nelle capacità della sua risorsa umana di adattarsi ai cambiamenti, di fare la differenza di fronte a domini e scenari sempre più complessi e difficili. Ecco perché nelle nuove linee programmatiche della Difesa ho fortemente voluto focalizzare l'attenzione sull'esigenza di una strategia che metta al centro proprio la formazione di uomini e donne in grado di orientarsi al meglio in questi scenari estremamente dinamici. Capacità da raggiungere attraverso il sapere, il saper fare ma, aggiungo, soprattutto attraverso il saper fare bene". Lo ha detto il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, all'inaugurazione dell'Anno Accademico 2019-2020 degli Istituti di Formazione dell'Aeronautica Militare, a Pozzuoli, presso l'Accademia Aeronautica.

Guerini, nel ricordare le parole di Luca Parmitano nel giorno in cui ha assunto il comando della stazione spaziale internazionale, ha voluto infine sottolineare l'importanza ed il valore della gratitudine verso i propri maestri e formatori, "che sia anche un incentivo nel mettere sempre il massimo impegno nel servire con disciplina ed onore il Paese e per rendere orgogliosi di voi l'Aeronautica Militare, la Difesa e l'Italia".

L'evento, a cui hanno preso parte il Capo di Stato Maggiore della Difesa Generale Enzo Vecciarelli, il Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica, Generale di Squadra Aerea Alberto Rosso e numerose autorità civili e militari, si è aperto con un intervento del Comandante delle Scuole e della 3ª Regione Aerea, Generale di Squadra Aerea Aurelio Colagrande, che dopo una breve introduzione sulle principali attività portate a termine nell'ultimo Anno Accademico, ha voluto evidenziare i progetti e gli obiettivi futuri più significativi nel campo della formazione e della selezione.

(segue)