Difesa, l'Italia aderisce alla Iniziativa Europea d'intervento

Red/Sav

Roma, 20 set. (askanews) - Con una lettera firmata ieri dal ministro della Difesa Lorenzo Guerini l'Italia ha comunicato ufficialmente alla Francia e ai paesi già parte dell'iniziativa la volontà di aderire alla "European Intervention Initiative EI2". Il Governo italiano darà, dunque, la disponibilità a fornire, nella regione del Mediterraneo, la sua peculiare competenza nazionale nel settore della difesa e sicurezza.

"Questa iniziativa - ha commentato Guerini - è nata da una forte volontà politica e intende rafforzare la UE e la NATO, entrambe indispensabili a garantire la sicurezza dell'Europa e degli europei".

L'iniziativa Europea d'intervento si prefigge l'obiettivo della creazione di una cultura strategica comune tra i paesi partecipanti e vuole contribuire a lanciare nuove dinamiche che puntino ad una Difesa europea capace di assumersi maggiori responsabilità di fronte alle minacce e alle sfide contemporanee.

Dell'iniziativa, ispirata alle idee di "interoperabilità politica" ed "anticipazione strategica", fanno parte, oltre alla Francia, la Germania, Regno Unito, la Spagna, il Portogallo, l'Olanda, il Belgio, la Danimarca, l'Estonia e la Finlandia.