Difesa, Tofalo (M5s): sicurezza privata per difendere nostri uomini

Pol/Gal

Roma, 12 nov. (askanews) - "È stato ribadito ieri al Quirinale durante il Consiglio Supremo della Difesa, noi continueremo a garantire la nostra presenza nelle aree di instabilità. La minaccia del terrorismo transnazionale resta". Lo ha detto Angelo Tofalo sottosegretario alla a Difesa (M5S) a Rai Radio1 all'interno di Radio anch'io condotto da Giorgio Zanchini.

"Io inizierei a ragionare - ha proseguito Tofalo - su nuovi processi di istituzionalizzazione sia nei rapporti della nostra intelligence, forse oggi diventata troppo civile e meno militare, sia al rafforzamento della nostra intelligence militare. La legge n 124 del 2008 io la andrei a rivedere, in particolare l'articolo 8, potenziando la sinergia tra la nostra intelligence esterna e la nostra difesa. Credo che dobbiamo puntare a ottimizzare ancor di più certi processi e a fare riflessioni slegate da vecchi schemi sulla sicurezza dei nostri uomini all'estero anche con pratiche che utilizzano altri paesi tipo l'utilizzo di dispositivi privati di protezione dei nostri uomini all'estero".

Alla domanda del conduttore: "Si riferisce ai contractors?" Tofalo ha risposto: "Anche questo sì, anche questo. Per garantire la sicurezza dei nostri uomini sarei disposto a tutto. Altri paesi lo fanno noi dobbiamo rivolgerci a paesi esteri. Io farei tutto in casa".