Diffamò la memoria del brigadiere Cerciello, prof condannata a 8 mesi

AGI - Eliana Frontini, l'insegnante novarese che su Facebook commentò la morte del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega, ucciso a coltellate nel luglio 2019 a Roma, con la frase "uno in meno e chiaramente con sguardo poco intelligente. Non ne sentiremo la mancanza", è stata riconosciuta colpevole di vilipendio alle Forze armate e diffamazione ed è stata condannata a otto mesi di reclusione, cinque più di quelli richiesti dal pm Silvia Baglivo. Assolto il marito della donna, Norberto Breccia, che era accusato di favoreggiamento.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli