Diffamazione: offese Salvini, Cassazione conferma condanna per Oliviero Toscani

·1 minuto per la lettura
Diffamazione: offese Salvini, Cassazione conferma condanna per Oliviero Toscani
Diffamazione: offese Salvini, Cassazione conferma condanna per Oliviero Toscani

Roma, 15 feb. (Adnkronos) – La Cassazione ha confermato la condanna di Oliviero Toscani per diffamazione nei confronti del leader della Lega Matteo Salvini per alcuni commenti pronunciati nel dicembre 2014 durante la trasmissione di Radio 24 ‘La Zanzara’. I giudici della Quinta sezione penale di piazza Cavour hanno dichiarato inammissibile il ricorso presentato dal fotografo contro la condanna a una multa di 8mila euro decisa dalla Corte di Appello di Milano nel novembre 2019.

Commentando un servizio fotografico su ‘Oggi’ in cui Salvini appariva a letto seminudo indossando soltanto una cravatta verde, Toscani alla radio l’aveva definito “una p…da due soldi” aggiungendo che “Salvini fa i p…. ai cretini”.

“La metafora sarcastica nulla aveva a che fare con la critica graffiante ed irridente di comportamenti, neppure specificatamente indicati, del politico Salvini – scrivono i supremi giudici – ma, nella scelta dell’immagine utilizzata e della ‘rima’ denotava l’intenzione di gettare discredito sulla persona stessa del Salvini, dipinta come incline ad offrire in vendita persino il suo corpo agli ingenui elettori del suo partito”. La Cassazione sottolinea dunque “la mancanza di continenza del linguaggio utilizzato, neppure scusabile sotto il profilo della putatività della scriminante invocata, in considerazione della riscontrata esorbitanza anche rispetto al contesto comunicativo”.