Digitale: da Enterprise Portale Wte che aiuta made in Italy al tempo del lockdown

·2 minuto per la lettura
Digitale: da Enterprise Portale Wte che aiuta made in Italy al tempo del lockdown
Digitale: da Enterprise Portale Wte che aiuta made in Italy al tempo del lockdown

Roma, 3 nov. (Labitalia) – Un’iniezione di fiducia nel mondo del credito e un’accelerata al sistema dei pagamenti. Viene presentato giovedì 5 novembre al Salone dei Pagamenti 2020 – quest’anno in versione digital – il Portale corporate multi-servizi Wte-World Trade Ecosystem, uno strumento fondamentale per il mondo dell’import/export, e dunque per il made in Italy, pensato da Enterprise Spa, azienda italiana con base a Roma, leader nella progettazione di software bancari. Il Portale Wte fa leva sui cosiddetti 'crediti di firma', che consentono esborsi di denaro a favore del cliente senza un effettivo pagamento, ma con l’impegno della banca a pagare eventuali debiti del cliente verso terzii, e sul 'credito di filiera', attraverso cui un’azienda garantisce per i prestiti accordati ai propri fornitori, permettendo loro di ottenere finanziamenti competitivi, utilizzati per la produzione delle forniture destinate alla capofila, senza impegnare la propria linea di credito.

Nonostante i rallentamenti imposti dalla pandemia, c’è dunque un mondo che accelera, mettendo a disposizione di banche e aziende infrastrutture digitali all’avanguardia lungo cui viaggiano i debiti e i crediti di famiglie e imprese. Un mondo che dal lockdown di marzo non ha smesso di correre, mettendo all’opera programmatori e cervelli e approntando soluzioni per velocizzare le operazioni finanziarie e iniettare fiducia nel sistema appesantito e stressato dalla crisi internazionale. "Indagare sul futuro dei pagamenti in questo ultimo scorcio del 2020, non è come farlo in un qualsiasi altro momento storico. Durante questi mesi di pandemia siamo stati spinti a trovare nel nostro sistema una chiave nuova per decifrare lo scenario e scrutare l’orizzonte in cerca di nuove risposte e nuove vie percorribili", spiega Stefano Trinci, Head of Marketing & Customers Management di Enterprise.

Gli strumenti approntati da Enterprise attivano big data, intelligenza artificiale e machine learning: il risultato è una vera, piena resilienza digitale, più che mai fondamentale in questo periodo, che permette di 'remotizzare' completamente l’accesso a tutti i servizi necessari, oltre a integrarli in un workflow cross-services completamente tracciabile, senza lacune di processo che richiedano interazione fisica – anche minima – tra cliente e provider, fosse anche solo per firmare contratti o consegnare documentazione cartacea.