Digitale, nel 2020 pagamenti online saliti dal 29% al 33% del totale

·1 minuto per la lettura

Cresciuti in Italia i pagamenti digitali che nel 2020 sono passati dal 29% al 33% del valore totale dei pagamenti effettuati nel nostro Paese. Stando ad un'analisi dell'Osservatorio Innovative Payments del Politecnico di Milano, la conseguenza di questi dati é che, l'incremento di esigenza dei consumatori di pagare senza contanti, abbia fatto sì che sempre più commercianti si dotino di Pos. La rivoluzione cashless colpisce anche attività sportive e outdoor tanto che la fintech SumUp ha individuato 5 attività da fare all’aperto questa estate, senza bisogno dei contanti.

Nell’estate della ripartenza, gli italiani sono infatti sempre più alla ricerca di attività da svolgere all’aria aperta, e a raccontarlo è la ripresa non solo dei grandi eventi, dai festival ai concerti, ma anche dei mercatini che stanno finalmente ripopolando borghi, paesi e città e che ospitano - tra gli altri - artigiani, food truck, artisti di strada. A questo si aggiunge la voglia degli italiani di praticare attività sportive outdoor, inclusa la "palestra" all’aperto.

"Per rendere queste attività ancora più a portata di mano e agevolare i pagamenti dei numerosi cittadini, turisti e curiosi che quest’estate sono alla ricerca di nuovi svaghi, è più che mai fondamentale assicurare la possibilità di pagare cashless in ogni situazione, anche in una bancarella o durante una sessione di sport al parco" sottolinea Umberto Zola, Country Growth Lead Italia di SumUp, la fintech del settore dei pagamenti digitali e soluzioni innovative cashless che rendono "non soltanto più facile e più veloce" i pagamenti, "considerando che si può pagare contactless anche con smartphone e con smartwatch, ma anche più sicuro, poiché si evitano lo scambio di contanti e le file".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli