"Digitale per promuovere il patrimonio culturale italiano": così Laura Moro, direttrice della Digital Library del MiBACT durante la trasmissione della terza giornata del WMF 2020

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

Digitale come strumento fondamentale per lo sviluppo del patrimonio culturale italiano. Questo uno dei temi affrontati ieri, 21 novembre, durante la trasmissione in diretta della terza e ultima giornata del WMF - il più grande Festival sull’Innovazione Digitale e Sociale.

“Le nuove generazioni conosceranno il patrimonio culturale soprattutto attraverso il digitale, attivando così un processo di interscambio, condivisione e crescita fino ad oggi pressoché sconosciuto”. Ne è convinta Laura Moro, dallo scorso marzo direttore dell’Istituto centrale per la digitalizzazione del patrimonio culturale in seno al Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo.

Conduzione della trasmissione affidata a Cosmano Lombardo, CEO di Search On e ideatore del WMF, che ha affermato: “Il digitale è uno strumento fondamentale per la salvaguardia della nostra cultura e del nostro patrimonio culturale. Da anni il WMF è impegnato in iniziative e progetti di promozione e condivisione della cultura attraverso l’unione di più attori al fine di creare una società più equa e consapevole e un futuro più sostenibile”.

“La Digital Library, fortemente voluta dal Ministro Franceschini – ha spiegato la direttrice Moro - nasce proprio per governare, coordinare e far dialogare tra loro i diversi progetti di digitalizzazione, in parte già avviati negli scorsi anni, che nel prossimo futuro saranno sempre più centrali in tutte le politiche di tutela, valorizzazione e fruizione delle nostre immense ricchezze culturali”.

“La sfida che ci attende, non appena avremo superato questa emergenza sanitaria, è quella di rendere il nostro patrimonio culturale un asset decisivo per promuovere un’economia della conoscenza e contribuire al rilancio del Paese”. Digitale dunque non più come opzione, ma come condizione necessaria per il futuro “proprio in virtù della sua capacità di generare

tanto una crescita culturale diffusa quanto un ‘corredo’ che ci renderà più forti e competitivi anche di fronte ai grandi players internazionali”.

Il Mainstage del WMF è andato in live streaming sui canali ufficiali Facebook e YouTube dell’evento. Il sito ufficiale è www.webmarketingfestival.it.