Digitale terrestre: allarme associazioni su tv locali, a rischio quasi 6mila posti lavoro (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Non solo. L’emorragia di canali televisivi privati ridurrà il pluralismo radiotelevisivo, con evidenti danni per i consumatori e per l'intera collettività. Proprio per approfondire le conseguenze del passaggio al nuovo digitale terrestre Adiconsum Sardegna ha organizzato per il prossimo 12 Novembre 2021 un webinar che si terrà alle ore 18.00 sulla pagina Facebook dell’associazione, nel corso del quale si affronteranno tutti i temi connessi al passaggio al nuovo digitale terrestre e gli effetti di tale cambiamento sui consumatori e sugli operatori dell’informazione, i costi dell’operazione e le conseguenze sociali derivanti dal restringimento del diritto all’informazione e al pluralismo radiotelevisivo.

Al webinar parteciperanno: Eva Spina (Dirigente Generale della Dgtcsi-Iscti del Mise), Gianfranco Giardina (Direttore di Dday.it), Luigi Gabriele (Presidente di Consumerismo), Maria Luisa Tuzi (titolare della Tatel srl), Antonio Diomede (Presidente delle Radiotelevisioni Europee Associate), Gianni Ledda (Direttore di SuperTv).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli