Dimissioni Escobar, Franceschi: sua direzione eccellente, grazie -2-

Red/Gtu

Roma, 28 giu. (askanews) - "I numeri - ricorda Escobar - non solo di botteghino, ma di significativa creazione di nuovo pubblico, - circa 300 mila spettatori a stagione, con quasi la met degli spettatori con meno di 26 anni, con oltre 24.000 abbonati - non segnano solo un traguardo che ha trovato risonanza sui media anche internazionali (divenuto famoso il titolo di un quotidiano sportivo: 'Il Piccolo ha pi abbonati del Milan!'). Sono risultati che reinterpretano profondamente la funzione del Primo Teatro Pubblico, nato nell'immediato dopoguerra".

"Un passaggio fondamentale in questo percorso - prosegue Escobar ringraziando Franceschini - stato senz'altro il riconoscimento dell'Autonomia e della riconfermata funzione internazionale del Piccolo Teatro che dobbiamo, con gratitudine, a te. Il senso dell'Autonomia, nelle intenzioni - e penso nella realizzazione - era ed rafforzare le maggiori 'responsabilit' del Piccolo, non gi attribuire alcun privilegio astratto, responsabilit riconosciuta e ancor pi stimolata dal provvedimento. Di questo io, tutto il Consiglio di Amministrazione, tutto il Piccolo Teatro, tutti i suoi Artisti, tutti i suoi cittadini-spettatori, i suoi lavoratori, ti siamo grati".

E - conclude Escobar - " con questo spirito, che oso definire 'di servizio', che mi accingo a sottoporti, dopo ventidue anni di appassionante ed appassionato lavoro, le mie dimissioni da Direttore del Teatro, a far data dal prossimo 31 luglio 2020. Sono certo che in questo arco di tempo sar individuato e nominato un nuovo Direttore che sapr proseguire nella continuit di responsabilit e di rinnovamento di scelte il ruolo del Piccolo Teatro". Ma "voglio assicurarti che, a nomina avvenuta, il nuovo Direttore potr contare sulla mia piena, leale e volontaria disponibilit per garantire il miglior 'passaggio di consegne' nel segno del primato e del rispetto delle Istituzioni, quale il Piccolo e sar sempre, che va oltre alle stesse persone cui ne viene affidata la 'guida'".