Dipartimento Stato Usa: Soleimani responsabile morte 603 militari

Dmo

Roma, 4 gen. (askanews) - Il generale iraniano Qassem Soleimani, capo dei corpi di elite delle Guardie della Rivoluzione, ucciso in un raid Usa a Baghdad "è stato responsabile dell'uccisione di almeno 603 militari americani e della menomazione di altre migliaia in Iraq. Il 17% dei morti nel personale Usa tra il 2003 e il 2011 possono essere attribuite a questo terrorista e alle sue forze Quds". Così in un tweet il Dipartimento di Stato Usa.