I dipendenti in quarantena rischiano di vedersi tagliato lo stipendio

·1 minuto per la lettura
Lavoratori in quarantena rischiano taglio stipendio:
Lavoratori in quarantena rischiano taglio stipendio:

I lavoratori che devono osservare la quarantena per essere stati in contatto con un caso positivo al Covid potrebbero rischiare un taglio dello stipendio: mentre nel 2020 l’Inps riconosceva il periodo come malattia grazie ad uno stanziamento di 663,1 milioni da parte del governo, non può più farlo nel 2021 perché l’esecutivo non ha rifinanziato la copertura di paga e contributi per i giorni di assenza.

Lavoratori in quarantena rischiano taglio stipendio

Se il dipendente non ha la possibilità di lavorare in smart working perché la sua mansione ne richiede la presenza fisica, le ipotesi sono due: che il datore di lavoro copra quel periodo o che scatti il taglio dello stipendio. Unimpresa ha calcolato che il taglio potrebbe arrivare fino a mille euro per due settimane di assenza.

Ad essere riguarati dalla misura potebbero essere già gli oltre 200 mila lavoratori che hanno dovuto osservare la quarantena nei primi sei mesi del 2021. Dato che le imprese non hanno ricevuto il rimborso dell’Istituto di previdenza, il rischio è che chiedano indietro i soldi ai dipendenti.

Lavoratori in quarantena rischiano taglio stipendio: sindacati chiedono intervento urgente

Quella dei 200 mila è soltanto una stima calcolata a partire dal fatto che nel 2020 si ha avuto una media di 4,5 lavoratori isolati per ogni contagiato. Dato che le denunce di infortuni da Covid inviate all’Inail da gennaio a giugno di quest’anno sono state 45.835 (venendo considerati infortuni, questi sono coperti dall’Inps), si stima che i quarantenati superino il quadruplo.

I segretari confederali di Cgil, Cisl e Uil Rossana Dettori, Angelo Colombini e Ivana Veronese hanno chiesto ai ministri Andrea Orlando (Lavoro) e Daniele Franco (Economia) un intervento normativo urgente per risolvere la questione delle quarantene.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli