Dipendenti Trenitalia non rispettano le disposizioni anti covid: la segnalazione dei viaggiatori

Trenitalia, personale di bordo non rispetta le norme anticovid

Sono trascorse solo poche settimane da quel triste episodio avvenuto a bordo del Frecciarossa che da Roma si dirigeva verso Lecce, vicenda ben documentata da video poi divenuti virali sui social. “Devi mettere la mascherina” gridava uno dei passeggeri a un uomo che non stava rispettando le indicazioni per la tutela della salute in materia dei dispositivi di protezione individuale.

Era il 4 giugno, esattamente un giorno dopo la ripresa regolare dei trasporti in Italia, e quella testimonianza fu sufficiente per aprire a nuovi dibattiti su regole comportamentali in vista della fase tre dopo il periodo d’emergenza sanitaria vissuto per la pandemia di coronavirus.

Senza mascherina e senza distanziamento sociale

A distanza di 18 giorni la storia si ripete, ma questa volta i protagonisti non sono passeggeri. Siamo a bordo del Frecciabianca 8816, in prima classe, sulla rotta che taglia in due l’Italia dal lato dell’adriatica. A bordo del Lecce-Venezia S. Lucia salgono alla fermata di Pescara Centrale due donne, entrambe del personale di Trenitalia.

Sebbene le norme della compagnia prevedano un regolamento in cui si garantisce “la distanza di sicurezza e l’igiene costante dei convogli e degli ambienti utilizzati da viaggiatori e dipendenti” oltre al “rispetto delle prescrizioni, delle norme igieniche e delle nuove regole previste dai Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri” pare che proprio dai dipendenti del Gruppo delle Ferrovie dello Stato questi precetti non vengano osservati.

LEGGI ANCHE:

Personale Trenitalia pizzicato dai passeggeri

Alcuni passeggeri ci hanno testimoniato che il comportamento del personale di bordo verso le due colleghe non è stato quello che invece è stato riservato loro.
Le due sedute una davanti all’altra hanno trascorso il loro viaggio senza indossare correttamente la mascherina, disposizione obbligatoria e chiaramente spiegata anche in un video informativo di Trenitalia.

Ricordiamo inoltre che sulle Frecce, si “garantisce” il distanziamento sociale grazie a un nuovo criterio di assegnazione dei posti: alcuni dei sedili infatti ospitano un marker rosso che indica quali di questi possono essere utilizzati come posti a sedere. Come abbiamo potuto osservare dalle immagini di cui siamo in possesso entrambe le disposizioni sono state del tutto ignorate.

Trenitalia, personale di bordo non rispetta le norme anticovid

La domanda che ci poniamo, dopo una riflessione su quanto documentato, dunque è: come possiamo pretendere che tutti seguano pedissequamente le norme imposte per la sicurezza e l’igiene se neanche il personale addetto, e che dovrebbe essere d’esempio, si cura di osservarle?