Dire no alla violenza sulle donne con la forza della musica

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 11 giu. (askanews) - Non un semplice concerto ma il più grande evento musicale di sempre contro la violenza di genere. Un movimento al femminile che parla a tutti e che punta a cambiare la società, contro una piaga ancora lontano dall'essere sconfitta. 'Una. Nessuna. Centomila. Il Concerto' alla RCF Arena (Campovolo) di Reggio Emila (uno spazio totalmente nuovo e creato rigorosamente ad hoc per la musica) vede protagoniste Fiorella Mannoia, Emma, Alessandra Amoroso, Giorgia, Elisa, Gianna Nannini, Laura Pausini, unite per raccogliere fondi destinati ai centri antiviolenza.

Un impegno concreto. "Sono troppi anni che la violenza è al centro della cronaca, quando sono stata invitata a partecipare a questo evento mi sono concentrata su quello che potevo fare, ma se anche solo una donna oggi dopo questo evento troverà la forza per denunciare, per me sarà un successo", ha detto Laura Pausini in conferenza stampa.

'Una. Nessuna. Centomila. Il Concerto' (organizzato e prodotto da Friends & Partners e Riservarossa) è uno spettacolo che nasce per dare un aiuto concreto ai centri e alle organizzazioni che sostengono e supportano le vittime di violenza. "Sono eventi che vanno oltre la musica, sono momenti importanti che hanno un'energia dirompente", ha sottolineato Elisa.

Nonostante due anni di rinvii a causa della pandemia da Covid-19, l'impegno delle sette grandi artiste a favore dei diritti e contro la violenza nei confronti delle donne è sempre stato costante. Impegno e leggerezza perché la musica come hanno detto tutte le artiste insegna che ce la si può fare.

Durante lo spettacolo, iniziato alle ore 19.30, le sette artiste protagoniste dell'evento unico si alterneranno sul palco della RCF Arena Reggio Emilia, ciascuna con la propria band, e per l'occasione alle loro voci si uniranno eccezionalmente anche quelle di 7 grandi artisti del panorama musicale italiano, che hanno scelto di sostenere una causa così importante per lanciare un messaggio forte e univoco contro la violenza sulle donne: Caparezza sul palco insieme a Fiorella Mannoia, Brunori SAS con Emma, Diodato con Alessandra Amoroso, Sottotono con Giorgia, Tommaso Paradiso con Elisa, Coez con Gianna Nannini e Eros Ramazzotti con Laura Pausini. "Coinvolgere i colleghi è stata la prima cosa che c'è venuta in mente, dobbiamo coinvolgere gli uomini, è un percorso che dobbiamo fare insieme e i nostri colleghi si sono prestati con grande generosità", ha raccontato Fiorella Mannoia. "Il gesto di invitare degli uomini è una cosa bellissima. La violenza è un problema che riguarda quasi sempre gli uomini ed che noi dobbiamo affrontare per primi", le parole di Diodato.

Ancora una volta le sette artiste hanno voluto ribadire il motivo del titolo scelto per l'evento. Una: perché ogni volta che una donna lotta per se stessa, lotta per tutte le donne; Nessuna: perché nessuna donna deve più essere una vittima; Centomila: il numero delle voci che si potranno unire alle 7 artiste per il più grande evento musicale di sempre contro la violenza sulle donne.

"È una causa per cui sono impegnata da anni e sono felicissima di esserci", ha detto Emma Marrone, ma tutte le artiste una dopo l'altra hanno ribadito il valore dell'unità e dell'impegno.

Al di là della musica, restano i numeri, di un evento senza precedenti. Grazie al concerto sono stati raccolti due milioni di euro che andranno divisi tra i centri anti violenza selezionati, a ciascuno andrà 228.570, sette strutture selezionate sulla base di criteri di trasparenza e tracciabilità, strutture in grado di fornire un supporto solido e duraturo alle vittime e garantire e assicurare la sostenibilità nel tempo delle attività da loro realizzate.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli