Direttore Spallanzani: "Caso Pechino sia alert per rispetto regole"

webinfo@adnkronos.com

"Quello che sta avvenendo a Pechino ci deve servire da alert! Non è tempo di abbandonare le regole (dal distanziamento sociale, all'igiene della mani e all'uso delle mascherine). E' necessario continuare senza sosta il monitoraggio delle popolazioni più esposte e più fragili, oltre a intensificare la ricerca sul vaccino, tenendo presente che non ci sarà rischio zero ma che dobbiamo abituarci a convivere con il coronavirus". Lo sottolinea all'Adnkronos Salute il direttore sanitario dell'Inmi Spallanzani di Roma, Francesco Vaia, commentando il focolaio di casi registrato negli ultimi giorni a Pechino.  

Secondo il direttore Vaia, occorre comunque "guardare con serenità al futuro, aprendo ogni settore della società civile ma mantenendo alta la guardia. Serve ottimismo per i risultati raggiunti ma prudenza perché il virus è ancora con noi".