Direzione Pd, Orfini duro: "Partito in lockdown politico"

webinfo@adnkronos.com

Il Pd si è "chiuso da mesi in un lockdown politico", quando invece dovrebbe "assumere una iniziativa vera e forte". Lo ha detto Matteo Orfini in un passaggio del suo intervento alla Direzione del Pd. "Non tutto è andato bene e non tutto sta andando bene", ha spiegato Orfini parlando dell'emergenza coronavirus e sottolineando il fatto che "il racconto trionfalistico stride con un Paese in cui cresce la sofferenza sociale e la gente rischia di morire di fame".  

Per l'ex presidente dem, "non possiamo scaricare la responsabilità su nessuno, dato che il governo ha gestito questa crisi con pieni poteri, sostituendo le task force al Parlamento, e ha gestito spesso quei poteri in modo piuttosto confuso". E per Orfini, "a volte è apparso un governo inadeguato nella gestione e inesistente nella visione. E non possiamo dire solo che non c'è alternativa perché la politica serve esattamente a costruire alternative. E per me questo passa attraverso un Pd che esce dal lockdown politico in cui si è chiuso da mesi e assume una iniziativa vera e forte. Altrimenti crisi sociale rischia di diventare crisi della democrazia".