Diritti: al via il progetto 'One Race' di Mete Onlus

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·3 minuto per la lettura

Mete Onlus aderisce alla XVII Settimana d’Azione contro il Razzismo – Keep Racism Out, attraverso il progetto “One Race” realizzato con il contributo dell’Unar. Partner: Ciss Ong (presieduto da Sergio Cipolla) ed Apriti Cuore (presieduta da Maria Bisesi, l’Avvocato è Francesco Campagna), condivisione progettuale con Talent Up di Barbara Galli. Mete Onlus è tra le Associazioni e gli Enti che svolgono attività nel campo della lotta alle discriminazioni e della promozione della parità di trattamento di cui all’art. 6 del D.Lgs 215/2003, presso l’Unar – Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per le Pari Opportunità.

La Settimana inizia oggi, e sarà un appuntamento quotidiano sino al 27 marzo, alle ore 18, dalla pagina FB e dal Canale Youtube di Mete Onlus. “Il palinsesto è intenso – afferma la Presidente Mete Onlus Giorgia Butera-, ogni giorno in diretta conference seguiremo studiosi, giuristi, testimonianze di migrazione e discriminazione, artisti, operatori del settore, volontari, giovani di diverse provenienze geografiche e culture, attivisti, i quali esprimeranno una specifica narrazione per coinvolgere un ampio pubblico nella lotta contro tutte le forme di discriminazione etnico-razziali”. Tra le ospiti saranno presenti: Assia Belhadj (Presidente del Movimento delle Donne Musulmane d'Italia) e Osas Egbon (Presidente Associazione “Donne di Benin City”).

Nella cerimonia d’apertura sarà presentato “One Race” – Ballet, i protagonisti sono 5 Danzatori del Teatro Massimo di Massimo i quali rappresentano i 5 Continenti. Ballet: Vincenzo Emanuel Carpino, Alessandro Cascioli, Linda Messina, Michele Morelli, Yuriko Nishihara (Danzatori del Teatro Massimo di Palermo); la coreografia è di Gaetano La Mantia (Tersicoreo Fondazione Teatro Massimo di Palermo); le musiche sono di Marco Betta (Musicista e Direttore Artistico del Teatro Massimo); i costumi sono stati realizzati da Lucrezia De Rosa; montaggio e riprese sono a cura di Alfredo Di Forti; la regia è di Giorgia Butera. Il video è stato girato al Castello della Zisa grazie alla gentile concessione della Regione Siciliana, Assessorato dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana Dipartimento dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana, Soprintendenza per i Beni Culturali di Palermo ed alla Soprintendente di Palermo Selima Giuliano. In apertura dei lavori sarà, anche, presentato il “Manuale d’Umanità” scritto dalla Butera insieme a Barbara Galli; si tratta di un Testo tra la semantica, la narrativa e la sociologia. In conclusione dei lavori, sarà presentata la nuova Campagna di Responsabilità Sociale contro ogni forma di discriminazione raziale.

"Per “One Race”, la lotta alla discriminazione razziale è elemento identitario, siamo solidali e di aiuto a chi è vittima dell’odio etnico. Affrontiamo il tema del razzismo inteso come fenomeno sociale, ma anche culturale, coniugando aspetti che rimandano alla violazione dei diritti umani ed a forme di etnocentrismo, così come ad atteggiamenti passivi di insofferenza, pregiudizio e discriminazione. Portiamo avanti una riflessione attenta e metodologica sulla capacità del sentimento di humanitas, volta a garantire il rispetto pieno dei diritti dell’uomo - si legge in una nota -“One Race” è patrocinato da: ARS, Comune di Palermo, Teatro Massimo, Lega Pro, Protea HR di Sara Baresi, Talent Up, Etica Web, Adv. La comunicazione visuale è stata curata da Silvia Amato Petragnani e Matteo Dattilo di Etica Web".