Diritti tv Serie A, giudice ordina a Sky pagamento rata trattenuta per Covid

·1 minuto per la lettura
OITBSM Logo della Serie A a Milano

MILANO (Reuters) - Il Tribunale di Milano ha deciso la provvisoria esecuzione del pagamento della rata relativa ai diritti tv della scorsa stagione non versata da Sky alla Lega Serie A.

E' quanto emerge dalla decisione del giudice Stefano Tarantola, visionata da Reuters.

In attesa di una decisione nel merito, Sky dovrà dunque corrispondere la rata, di circa 130 milioni di euro, che era stata trattenuta in assenza di un accordo con la Serie A su una richiesta di sconto per la sospensione e ricalendarizzazione dello scorso campionato a causa della pandemia.

Il giudice ha inoltre fissato al prossimo 8 giugno la prossima udienza sul caso.

In una dichiarazione, Sky spiega di aver preso atto della decisione di oggi e che ottempererà alla provvisoria esecuzione del decreto in attesa del giudizio di merito.

"Questo pronunciamento non coglie l'azienda di sorpresa e, come testimoniato anche ieri con la lettera inviata alla Lega e a tutti club, Sky ha sempre cercato di portare avanti un dialogo costruttivo con la Lega stessa anche in virtù del proprio ruolo di partner storico e affidabile", si legge nella dichiarazione.

(Elvira Pollina, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)