Diritti Tv: Trattative serrate per arrivare ad accordo già domani, Lega A scrive a Sky

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 25 mar. (Adnkronos) – Tra i presidenti della Lega di Serie A qualcosa si starebbe muovendo per risolvere l'impasse sui diritti televisivi domestici del massimo campionato italiano. Le trattative, a quanto apprende l'Adnkronos, vanno avanti serrate e si sta cercando di far prevalere il buon senso da entrambe le parti per cercare di trovare una soluzione. Alcuni dei club che fino ad ora si sono astenuti, come Roma, Bologna, Spezia e Benevento oltre al Cagliari che nelle ultime votazioni non si è espresso, potrebbero decidere già domani di votare l'offerta di Dazn ma vorrebbero garanzie che il pacchetto delle tre gare in co-esclusiva vengano assegnate a Sky per i soli 70 milioni dell'offerta presentata dalla tv satellitare.

Ci sono però altri club che accetterebbero questo accordo ma vorrebbero cercare di massimizzare il pacchetto delle tre partite, cercando di trattare fino a lunedì 29 marzo, per spuntare un prezzo più alto. Il tempo però stringe e lunedì scadrebbero le due offerte di Dazn e Sky per trasmettere il campionato nel prossimo triennio, con la necessità a quel punto di fare un nuovo bando. Servono 14 voti a favore per arrivare alla scelta definitiva ma fino ad ora si è arrivati ad 11 con il Torino di Urbano Cairo che nell'ultima assemblea ha votato per Dazn. Intanto la Lega di Serie A ha scritto a Sky evidenziando "nuovamente l'irritualità della Vostra comunicazione e Vi ribadiamo l'obbligo di buona fede imposto a tutti gli offerenti che comporta il dovere di astenersi da ogni comportamento che possa turbare lo svolgimento della procedura di gara", scrive la Lega nella lettera riferendosi alla lettera che la pay-tv ha inviato ai club garantendo alle società l'investimento anche oltre il 29 marzo, data in cui scadranno le offerte per i diritti tv del campionato.