Disabili al volante: l’eccellenza dei dispositivi Made in Italy

Disabili al volante: l’eccellenza dei dispositivi Made in Italy

Roma, 3 mar. (askanews) – C’è un Made in Italy, magari meno conosciuto o esaltato, ma che che vale certamente di più: è quello dell’eccellenza e della leadership riconosciuta a livello internazionale a favore dei disabili. E’ il caso di ciò che è accaduto grazie all’intuizione, oltre mezzo secolo fa, di Otello Venturini, un uomo che accettò la la sfida della guida facile e cioè della possibilità reale per un disabile di poter guidare un autoveicolo. Nasce così la Guidosimplex, oggi il punto di riferimento di milioni di persone desiderose di vivere una vita indipendente.

Presente in Europa, Stati Uniti, Sud America, Sud Africa e Giappone con strutture proprie, importatori e dealers; in Italia, vanta una sua propria rete composta da 150 Officine autorizzate, capaci di risolvere, in un mix unico di fantasia, professionalità, passione e tecnologia, i problemi di guida per ogni possibile patologia che ostacola, o impedisce del tutto la guida.

“La nostra capacità – conferma l’amministratore Stefano Venturini – è quella di progettare in maniera molto veloce ogni tipo di dispositivo per ogni patologia. Ed oggi sono tante e ci rivolgiamo a patologie sempre più gravi, tetraplegia grave, distrofia, che richiedono una attenzione molto più specifica e tecnica. Ed anche molto più responsabile”.

Tanti i dispositivi progettati e fabbricati in proprio o, in alcuni casi, in collaborazione con Partners di alto livello. Con le massime certificazioni nazionali e internazionali. Ancora Venturini: “Noi siamo presenti sui mercati internazionali con una forte esportazione. Non è facile, la concorrenza c’è ed è fatta da ditte anche più grandi della nostra. Ma non riescono ad arrivare al nostro livello probabilmente perchè non c’è quella passione che noi ci mettiamo. Che è dimostrata dal fatto che alla mia età io ancora sono qua e mio fratello è nel magazzino, perchè abbiamo questo lavoro nel cuore”.

Ogni dispositivo viene progettato e disegnato con l’ausilio di sofisticati software di CAD 3D: attraverso questo sistema di modellazione tridimensionale si possono generare rappresentazioni fotorealistiche con vere e proprie simulazioni del prodotto. Potendosi confrontare con tutte le case costruttrici di automobili per la omologazione dei propri dispositivi di guida.

E nel campo del sociale la Guidosimplex si avvale della collaborazione della Associazione Anglat, (Associazione Nazionale Guida Legislazioni Handicappati Trasporti) che è stata fondata nel 1980 quale Associazione di categoria, con lo scopo fondamentale di migliorare, relativamente ai trasporti, le normative in vigore, onde consentire a tutte le persone disabili di poter fruire del diritto alla mobilità, sinonimo di autonomia e libertà.