Disabili: Meritocrazia Italia, 'con piattaforma unica per contrassegni mobilità più agile' (3)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – I margini di miglioramento "restano tanti" secondo il movimento, secondo cui sarebbe importante, tra l’altro ampliare i requisiti di accesso, consentendo l’iscrizione al Registro Pubblico CUDE e la fruizione degli stessi privilegi alla mobilità per i mezzi di Associazioni di categoria, Enti pubblici e privati che, con persone disAbili a bordo, effettuano il loro trasporto per motivi sanitari, riabilitativi, lavorativi, ricreativi o di studio; e garantire l’utilizzo del CUDE anche senza disAbile a bordo nei soli casi in cui gli autisti, da soli, siano impegnati negli spostamenti necessari al loro accompagnamento".

"L’auspicio è che si tratti della prima delle tante necessarie iniziative per rendere pieno ed effettivo l’esercizio al diritto alla mobilità delle persone con disAbilità in vista di un definitivo abbattimento di barriere e ostacoli, materiali e culturali, che limitano e condizionano il loro quotidiano", conclude Meritocrazia Italia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli