Disabili treno Genova-Milano, fonti: non richiesto intervento Polfer

·1 minuto per la lettura

(Adnkronos) - La Polfer era presente in stazione a Genova ma ai poliziotti non è stato chiesto di liberare i posti occupati sul treno. E' quanto apprende l'Adnkronos da fonti qualificate in merito al caso dei ragazzi disabili fatti scendere dal treno Genova-Milano a causa del rifiuto dei passeggeri di cedere loro i posti. Il treno sarebbe arrivato in stazione sovraccarico ed essendo la banchina piena di passeggeri in attesa, i responsabili della stazione avrebbero ritenuto di farlo proseguire anziché svuotarlo per far salire i disabili, si apprende dalle stesse fonti. Di fatto, all'arrivo dei poliziotti, per i disabili era già stata già trovata l'alternativa del viaggio in pullman.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli