Disabilità, Stefani: su riconoscimento caregiver ampia convergenza

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 7 apr. (askanews) - Il nuovo dicastero per le disabilità intende "instaurare un confronto permanente" che porti al "riconoscimento della figura del caregiver che ne garantisse adeguata dignità". A ribadirlo è stata il ministro per le disabilità, Erika Stefani nel corso di una audizione presso la Commissione affari sociali della Camera.

"Sul tema, ha aggiunto la Stefani - intendo coinvolgere anche le forze di opposizione, trattandosi, come ho avuto il piacere di constatare, di un argomento ampiamente condiviso e trasversale quanto meno nelle finalità. Ritengo infatti sia opportuno l'impegno di tutte le forze politiche per offrire le congrue risposte alle numerose questioni legate al riconoscimento, sia di carattere economico che di carattere giuridico".

Il ministro ha, quindi, ribadito di aver avviato delle "interlocuzioni con il Ministro del Lavoro e delle politiche sociali. Con i rispettivi uffici tecnici, infatti, stiamo procedendo preliminarmente - ha detto in Commissione - allo studio delle ipotesi sul tavolo, fase questa determinante per poter reperire le risorse economico-finanziarie".

"È necessario infatti che al riconoscimento - ha sottolineato la Stefan - seguano tutta una serie di azioni concrete che considerino l'esigenza della persona che, in varie fasi della propria vita personale e professionale, si dedica all'accudimento di un familiare o un conoscente in condizione di disabilità. A tal proposito bisogna tutelare la figura nei vari contesti sociali con cui si interfaccia, affrontandone le volubili esigenze".