Discarica Peccioli, Rossi: impianto ambientalmente compatibile -3-

Red/Cro/Bla

Roma, 25 lug. (askanews) - "La Regione non ha fondamentalismi di sorta. Crediamo che anche i rifiuti possano essere una risorsa, se trattati come si deve", ha precisato il presidente Rossi. "Li consideriamo una materia seconda. La raccolta differenziata è importante. Non condivido che dice sempre 'no' ad ogni nuova possibilità che si apre". Allo stato attuale sono conferiti in discarica rifiuti urbani trattati e scarti provenienti dai comuni dell'Ato Costa e dell'Ato Centro, sulla base di un accordo interambito. Si tratta, in genere, di piccoli quantitativi di rifiuti urbani costituiti da spazzamento stradale e cimiteriali e flussi di rifiuti da trattamento di rifiuti urbani prodotti fuori Toscana che possono liberamente viaggiare senza necessità di accordi interregionali. Nel 2018 sono state conferite circa 400 mila tonnellate di rifiuti. Alla discarica di Peccioli, gestita dalla società Belvedere Spa, lavorano una quarantina di addetti. La discarica possiede un impianto di trattamento meccanico biologico e rilascia certificazioni e registrazioni ambientali. Circa ottocento sono i soci che componogono l'azionariato diffuso della società.