Discorso dei 100 giorni di Biden: l’America si è rimessa in moto

·2 minuto per la lettura
featured 1305957
featured 1305957

Roma, 29 apr. (askanews) – “Ora, dopo soli 100 giorni, posso dire alla nazione che l’America è di nuovo in movimento”. Così il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha iniziato il suo primo discorso al Congresso, dopo 100 giorni della sua presidenza che ha dovuto affrontare, ha detto, “la più grave pandemia dell’ultimo secolo. La peggiore crisi economica dalla Grande Depressione. Il più terribile attacco alla nostra democrazia dalla Guerra Civile”.

Un discorso pieno di prime volte, come il fatto di avere alle sue spalle la vicepresidente Kamala Harris e la speaker della Camera Nancy Pelosi, due donne, come mai accaduto prima:

“Nessun presidente ha mai detto queste parole da questo podio. E’ il momento”, ha detto Biden dopo essersi rivolto alla “signora vicepresidente” e “alla signora speaker”, ringraziandole, prima di presentare i suoi piani di crescita e sostegno alle famiglie e all’istruzione che prevedono circa 4.000 miliardi di spesa, definita dal presidente “l’investimento in una generazione” degli Stati uniti.

Da una parte l’American Jobs Plan che mira a creare milioni di nuovi posti di lavoro e a ricostruire le infrastrutture del Paese, dall’altra gli aiuti per la classe media in lotta per non cadere sotto la soglia di povertà o per rialzarsi dalla condizione in cui è caduta. Il piano sulle famiglie costerà 1.800 miliardi di dollari.

Un piano guidato dalla lotta al cambiamento climatico, ha ribadito e passando alla riforma della polizia, con riferimento diretto al caso George Floyd, ha aggiunto: “Abbiamo visto tutti il ginocchio dell’ingiustizia sulla gola degli afroamericani, adesso abbiamo l’opportunità di fare dei progressi veri”.

Sul fronte della politica estera Biden ha detto che gl Stati Uniti sono “in competizione con la Cina e altri paesi per la vittoria nel 21esimo secolo” e ha chiesto a tutti i partiti di sostenere il suo piano. “Non è mai stato un bene scommente contro l’America. E non lo è ancora adesso” ha aggiunto.

Sul Covid Biden ha rivendicato il successo della campagna vaccinale: 220 milioni di dosi in 100 giorni. “Stasera posso dirlo: grazie a voi, il popolo americano, il nostro progresso in questi ultimi 100 giorni contro una delle peggiori pandemie della storia è stato uno dei più grandi successi logistici che questo Paese abbia mai visto”