Discorso della regina in tv: "Vinceremo e torneremo insieme". Boris Johnson in ospedale per test medici

“Voglio ringraziare chi resta a casa” per proteggere gli altri. Lo ha detto Elisabetta II nel suo discorso tv al Regno e al Commonwealth sul coronavirus, non senza rivolgere un grazie a chi lavora nel servizio sanitario nazionale (Nhs) ed elogiando l’applauso collettivo rivolto loro dai britannici. La regina ha ricordato il tempo della II Guerra Mondiale, parlando oggi di una sfida “diversa”, ma segnata pure da “un penoso senso di separazione”. Ha tuttavia insistito sulla necessità di rispettare le restrizioni imposte dal governo. 

La regina Elisabetta II nel suo discorso ha ringraziato gli operatori del servizio sanitario nazionale che sono “in prima linea” contro il coronavirus e tutti coloro che “in maniera disinteressata continuano i loro doveri quotidiani fuori casa a sostegno di tutti noi”. 

La Gran Bretagna e il mondo “sapranno prevalere” sulla minaccia del coronavirus. Se ne è detta convinta Elisabetta II nel suo messaggio straordinario al Regno Unito e al Commonwealth sulla pandemia in atto. “Prevarremo - ha concluso la regina - e la vittoria apparterrà a ciascuno di noi. Dobbiamo confortarci pensando, mentre abbiano ancora di che sopportare, che giorni migliori torneranno: che saremo di nuovo con i nostri amici, saremo di nuovo con le nostre famiglie e ci incontreremo ancora”.

Bbc: Boris Johnson in ospedale

Boris Johnson è stato ricoverato in ospedale “per esami”, 10 giorni dopo essere risultato positivo al coronavirus. Lo riferisce la Bbc. Il premier britannico non ha superato in questi giorni i sintomi, continuando a manifestare febbre e tosse.

 

Love HuffPost? Become a founding member of HuffPost Plus today.

This article originally appeared on HuffPost.