Discoteche, Zaia: no ad assembramenti ma senza allarmismi

·1 minuto per la lettura

Venezia, 27 lug. (askanews) - "Un assembramento del genere non ha nessun tipo di giustificazione, i ragazzi mi dicono che non vogliono tornare a fare il lockdown per colpa di qualcuno. Ma ho il massimo rispetto per le attivit, quindi non farei allarmismi visto che i dati ci dicono il contrario". Lo ha sottolineato il presidente del Veneto, Luca Zaia in merito all'assembramento che si creato domenica sera in una discoteca del Veneziano. "Lo stress test lo abbiamo fatto - ha aggiunto il Governatore - ma non esageriamo a farlo altrimenti ci facciamo male. Se in un assembramento cos si verificasse un contagio, col contact tracing ci tocca fare il giro d'Italia. Le discoteche non le ha aperte il Veneto, le ha aperte il Dpcm, ci vuole pi attenzione, ma il business delle discoteche va rispettato come tutti gli altri, ci sono persone che ci hanno rimesso soldi e occupazione. Il Dpcm prevede l'apertura di locale solo all'aperto. A volte girano immagini di altri locali che mi sembrano essere totalmente al chiuso", ha concluso.