Discriminazione, Lamorgese: la politica non la alimenti

Gci/Nes

Roma, 21 gen. (askanews) - "Il compito della politica è rendere un paese più inclusivo, dove la diversità è un arricchimento per il nostro paese". Occorre, quindi, "lavorare insieme" contro ogni forma di odio e discriminazione. Lo ha detto stamane il ministro dell'interno, Luciana Lamorgese nel corso del convegno "Le vittime dell'odio" sul tema delle discriminazioni organizzato dal ministero dell'Interno.

"Oggi - ha detto il ministro - certamente il paese vive un momento di percezione di insicurezza diffusa per motivi economici e per il fenomeno epocale dell'immigrazione. Questo ha creato un sentimento che porta ad allontanare chi è diverso e ad una società chiusa in sé stessa". Anche per questo, secondo Lamorgese, é ancor più necessario oggi "tramandare la memoria soprattutto ai giovani ciò che è stato anche nel nostro paese". Un paese nel quale, ha ricordato, non si può dimenticare che "nel nostro paese abbiamo firmato le leggi razziali nel 1938". Anche oggi, ha concluso la responsabile del Viminale, "assistiamo purtroppo ad episodi che portano a discriminare le persone per il colore della pelle, l'orientamento sessuale o la razza e questo è inaccettabile".