Disney ridisegna la principessa Tiana dopo le accuse di whitewashing. "L'avete resa occidentale"

Vanessa Righetti

Disney 癡 stata costretta a ridisegnare la Principessa Tiana, protagonista del film Disney del 2009 La Principessa e il Ranocchio. I fan sono insorti contro la storica casa di produzione gridando al "whitewashing", ovvero quella pratica cinematografica che consiste nel rendere un personaggio nero pi羅 occidentale, con lo scopo di trovare un maggiore consenso da parte del pubblico.

Brandi Collins-Dexter, portavoce della petizione ha dichiarato: "Avete rimosso le labbra carnose della Principessa Tiana, il suo naso largo, la pelle scura e i capelli crespi. Avete sostituito tutto questo con caratteristiche eurocentriche - un naso pi羅 sottile, capelli ricci sciolti e un tono della pelle significativamente pi羅 chiaro. Queste caratteristiche sono una parte enorme di chi 癡 la principessa Tiana e cosa la rende veramente bella".

Il movimento Color of Change si 癡 fatto portavoce del malcontento che si 癡 generato tra i fan Disney a seguito del trailer di Ralph Spaccatutto 2, dove la principessa appariva diversa dalla versione originale di qualche anno fa. Pelle schiarita, naso filiforme e all'occidentale, capelli molto pi羅 lisci. Un look totalmente diverso che ha reso irriconoscibile a molti il personaggio, quello della ragazza afroamericana di New Orleans che si rimboccava le maniche per realizzare il suo sogno di aprire un ristorante.

"La Principessa Tiana 癡 un personaggio chiave della Disney, ed 癡 irresponsabile da parte vostra cambiare il suo aspetto considerando tutte le giovani ragazze e ragazzi neri che guardano e amano i vostri film animati. Dice Brandi Collins - "Tiana 癡 la prima e unica principessa nera. Giovani ragazze e ragazzi neri la guardano e sono entusiasti di avere finalmente una principessa Disney che assomiglia a loro".

Il Wall Streat Journal riporta che la Disney avrebbe preso molto sul serio le critiche arrivate e avrebbe ridisegnato la principessa in corso d'opera di produzione del film, riportandola alle sue sembianze originali. La casa...

Continua a leggere su HuffPost