Disparità salariale, Women of Change Italia contro gender pay gap

·1 minuto per la lettura
featured 1537351
featured 1537351

Roma, 10 nov. (askanews) – In occasione dell’Equal Pay Day, che quest’anno ricorre il 10 novembre 2021, giornata istituita dall’Unione Europea per sottolineare la disparità salariale che ancora persiste fra uomini e donne, Women of Change Italia e Hi! Comunicazione lanciano #stoprobbingwomen, un’iniziativa provocatoria che affronta la tematica del Gender Pay Gap attraverso gli occhi di chi vive all’interno di un contesto lavorativo non equo e imparziale.

Malgrado questo fenomeno si sia ridotto negli ultimi anni, le stime di Eurostat indicano che in Italia la componente discriminatoria del Gender Pay Gap è pari al 12 per cento e, in base al Gender Global Report pubblicato a marzo 2021, il nostro Paese occupa il 63° posto su 156 della classifica globale.

Anita Falcetta, fondatrice di Women of Change Italia dichiara: “Diversi passi sono stati compiuti verso il superamento del Gender Pay Gap anche su scala nazionale, ma abbiamo ancora tanto lavoro da fare. Una campagna come questa serve a tenere alto il livello di attenzione sul tema, a provocare la discussione partendo da una lettura lucida della realtà, a tratti amara. L obiettivo di Women Of Change Italia è quello di farsi motore del cambiamento, il fine ultimo è quello di trovare soluzioni attraverso il gioco di squadra, tra le donne e con gli uomini, fermamente convinti che solo attraverso il dialogo costruttivo tra tutti gli stakeholders coinvolti si possano davvero scioglierne i nodi. La Campagna è un punto di partenza per la necessaria e imprescindibile analisi delle cause del Gender Pay Gap. Solo lavorando sulle cause e attraverso tavoli di discussione aperti tra istituzioni, imprese e società civile sarà possibile cambiare paradigmi ormai consolidati”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli