Disperazione e crisi di pianto a bordo della Open Arms

Xpa

Lampedusa, 18 ago. (askanews) - Si fa sempre più difficile la situazione a bordo della nave Open Arms, la nave della Ong è ormeggiata da 17 giorni di fronte all'isola di Lampedusa con a bordo ancora 107 migranti salvati nel Canale di Sicilia. Stamattina cinque di loro si sono lanciati in mare con dei giubbotti salvagente nel tentativo di raggiungere la costa a nuoto. A recuperarli sono stati alcuni volontari della Ong che si sono tuffati riportandoli a bordo.

Intanto, dall'ispezione sanitaria disposta dalla Procura di Agrigento, non sarebbero emerse particolari criticità igienico-sanitarie da far scattare l'emergenza. I migranti si trovano sul ponte della nave e le loro condizioni psicologiche sono allo stremo, al punto che si sono registrati momenti di disperazione con crisi di pianto.