Distrugge casa dell'amico, fugge e muore

Carabinieri
Carabinieri

Una notte di follia è avvenuta a Roma. Ieri, venerdì 18 novembre 2022, un uomo  si è recato a casa di un suo amico e ha iniziato a distruggergli la casa. Dopo l’intervento dei carabinieri, il 43enne è scappato ma è morto poco dopo.

Roma, un uomo di 43 anni prima distrugge casa dell’amico poi muore per un malore

Non è chiara la dinamica dell’accaduto, ciò che è certo è che questa storia ha dell’assurdo. Il tutto è avvenuto in via Verginia Tonelli, a Roma. Un uomo di 43 anni aveva deciso di andare da un suo amico con una sola intenzione: distruggergli la casa. La vittima di questa aggressione immobiliare non ha esitato ha chiamare il numero di emergenza e sul posto è giunta una pattuglia dei carabinieri.

La fuga e la morte

I militari dell’arma hanno provato a fermare il 43enne ma l’uomo, in evidente stato di agitazione, è scappato. Da quel momento è iniziato un lungo inseguimento che ha visto uscirne vincitore l’aggressore. I carabinieri hanno provato a fermarlo anche con il taser ma i tentativi sono stati vani. Il fuggitivo si è addirittura arrampicato su un balcone grazie al tetto di una macchina. Il 43enne, però, giunto in via Clorinda Menguzzato allo stremo delle forze, ha avuto un malore ed è caduto al suolo. Nonostante i soccorsi non c’è però stato nulla da fare. La sua fuga si è arrestata con la morte.