Distrugge a martellate i vetri del tram a Roma: caccia al responsabile

tram roma

Un uomo si è scagliato contro i vetri del tram numero 8 a Roma: la vettura stava facendo capolinea a Casoretto quando è stata presa a martellate. Da quanto si apprende l’episodio è avvenuto in zona Gianicolense poco prima delle ore 16 di martedì 29 ottobre. I carabinieri di Monteverde Nuovo stanno indagando sul caso: sono in corso le ricerche del responsabile. L’atto vandalico non giustificabile, infatti, ha causato ingenti danni per l’Atac.

Distrugge a martellate vetri tram

Secondo le prime ricostruzioni di quanto accaduto, un uomo avrebbe distrutto a martellate i vetri di un tram della linea 8 fermo al capolinea a Casoretto. Dapprima il vandalo avrebbe rotto tutti i finestrini, in seguito invece si sarebbe scagliato su un secondo mezzo. L’episodio si è verificato a Roma, in zona Gianicolense nel pomeriggio di martedì 29 ottobre. Fortunatamente sul mezzo non erano presenti passeggeri nel momento dell’atto vandalico. Il responsabile è scappato facendo perdere le sue tracce, ma sul caso stanno indagando i carabinieri di Monteverde Nuovo. Secondo le prime stime, infine, i danni procurati all’azienda Atac sarebbero notevoli: si tratterebbe di migliaia di euro.

Il comunicato dell’Atac

L’azienda romana per il trasporto pubblico ha pubblicato una nota di commento sull’episodio avvenuto a Roma. “Questi i risultati dell’azione di un uomo che al capolinea Casaletto del tram 8, munito di un martelletto in dotazione ai tram, ha iniziato a danneggiare i finestrini di due vetture in servizio sulla linea. L’uomo si è poi dato alla fuga. Le forze dell’ordine sono alla ricerca del responsabile”.


La nota pubblicata su Facebook prosegue poi spiegando: “Danni per diverse migliaia di euro, ai quali si deve aggiungere quello derivante dall’impossibilità di utilizzare i due tram per i giorni necessari ad aggiustarli. Fortunatamente anche in questo caso, come in quello simile accaduto lo scorso 12 ottobre, non ci sono stati danni per i passeggeri e per il personale Atac“.