Divieto di fumo in spiaggia, l'ordinanza del sindaco Porto Torres

(Adnkronos) - Da oggi e fino al 31 ottobre sarà vietato fumare in ogni spiaggia del Comune di Porto Torres, in Sardegna. Lo ha disposto il sindaco con un'ordinanza firmata oggi che include anche il divieto di gettare rifiuti prodotti dal fumo in mare e negli arenili. Il provvedimento è stato adottato per due ragioni: da un lato tutelare la salute pubblica proponendo un'azione di contrasto al tabagismo e di prevenzione delle patologie che colpiscono i fumatori attivi e passivi; dall'altro per evitare il degrado e il danno ambientale provocato dalla cattiva abitudine di gettare i mozziconi per terra: i rifiuti derivanti dal fumo di sigarette costituiscono materiale non biodegradabile e contengono un grande quantitativo di componenti nocive per l'ambiente come la nicotina, il polonio 210, composti volatili tossici, il catrame, idrocarburi policiclici, acetato di cellulosa e così via.

La violazione di questa ordinanza - salva l’applicazione dell’art. 650 del Codice Penale o delle altre leggi e Regolamenti generali e speciali in materia di tutela dell’ambiente, igiene pubblica - è punita con sanzioni amministrative da 25,00 a 500,00 euro. "Con questo provvedimento applichiamo anche a Porto Torres regole adottate in tantissimi comuni - dichiara il sindaco Massimo Mulas -; è un peccato che sia necessaria un'ordinanza per ottenere comportamenti rispettosi del prossimo dell'ambiente ma siamo certo che in questo modo sarà possibile rendere ancora più decorose e accoglienti le nostre belle spiagge".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli