Divise per uscieri e autisti in Sicilia: gara d’appalto da un milione di euro

divise per uscieri sicilia

I conti della Regione Sicilia sono in rosso per 7 miliardi, ma questo enorme “buco” non ha impedito all’amministrazione capitanata da Nello Musumeci di indire una gara d’appalto da un milione di euro per consegnare a uscieri, autisti e portieri quattro nuove divise ciascuno. Due abiti estivi e due invernali per ognuno dei quasi mille dipendenti regionali, con tanto di accessori abbinati e recanti i simboli della Trinacria.

Sicilia, divise per uscieri e autisti

A poco sono serviti gli inviti di Gianfranco Micciché, presidente dell’Assemblea regionale siciliana, alla “prudenza” e a evitare spese folli, dato il grave deficit accumulato dalla Regione. Proprio a causa dei conti in rosso, l’Ars ha recentemente negato i finanziamenti alle fondazioni antimafia e ad alcune categorie di lavoratori, salvo approvare, pochi giorni dopo, la gara d’appalto milionaria relativa alle divise per gli uscieri alle dipendenze della Regione Sicilia.

Ognuno degli oltre 900 (precisamente 997) tra uscieri, portieri e autisti riceverà un kit del valore di 560 a base d’asta. Al suo interno troverà quattro abiti, divisi tra due invernali e due estivi, per un costo di 280 euro ciascuno. Giacca e pantaloni di lana o di cotone, camicia, cravatta in pura seta, spilla in lega metallica raffigurante la Trinacria e logo in stoffa con il gonfalone regionale per gli uomini; giacca, gonna, camicia, foulard e la medesima spilla per le donne. La base d’asta (che secondo le autorità regionali è a buon punto) è stata fissata a 1.116.640 euro per l’acquisto di 3.988 divise. La Regione spera in un piccolo risparmio e ha presentato quattro proposte sulla base del criterio dell’aggiudicazione all’offerta economicamente più vantaggiosa.