Divorzio finisce in rissa a Palermo

Divorzio Rissa
Divorzio Rissa

A Palermo un divorzio è finito in rissa, con quattro denunce e un viaggio in ospedale. Suocera e nuora si sono prese a morsi, mentre il marito è stato quasi investito e si è difeso con una mazza.

Palermo, divorzio finisce in rissa: suocera e nuora si prendono a morsi

Un divorzio è sfociato in una rissa incontrollabile a Palermo, con calci, pugni, morsi, insulti e quattro denunce. I matrimoni purtroppo finiscono, ma in questo caso è evidente che non sia finito bene, nonostante ci sia di mezzo una bambina. Purtroppo la piccola è diventata, come spesso accade, oggetto da contendere, che ha portato a questa rissa. Il fatto è accaduto nel quartiere di San Lorenzo, a Palermo, e a scontrarsi sono stati da un lato un marito con sua madre e dall’altro una moglie con suo padre.

La dinamica della rissa

Secondo quanto riportato dall’uomo, tutto è iniziato quando ha cercato di vedere sua figlia, dopo 4 mesi. Ha cercato di contattare la moglie, ma non gli ha risposto, così si è rivolto alla polizia, che lo ha invitato a sporgere denuncia. Successivamente, insieme a sua madre, è andato sotto casa della donna e l’ha trovata con il padre e la bambina. La situazione è subito degenerata. Il nonno ha cercato di investire con la macchina l’ex genero, che si è difeso con una mazza da baseball con cui ha cercato di distruggere l’auto. Suocera e nuora, invece, si sono prese a morsi. La rissa è stata fermata dagli agenti dell’Ufficio prevenzione generale e del commissariato Libertà. Tutte e due le donne, che hanno riportato profonde ferite a causa dei morsi, sono state portate in ospedale.