Dl aiuti: Boschi, 'da Iv emendamento soppressivo, si torna a norma Renzi'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 14 set. (Adnkronos) – “Noi di Italia Viva abbiamo presentato un emendamento soppressivo all’articolo che autorizza la deroga del tetto di 240 mila euro lordi all’anno per gli stipendi pubblici e che riporta in vigore la norma Renzi”. Lo dichiara Maria Elena Boschi, presidente dei deputati di Italia Viva e prima firmataria dell’emendamento al decreto Aiuti Bis che sarà domani all’esame dell’Aula della Camera.

“La disposizione – spiega – era stata introdotta nel 2014 dal governo Renzi per stabilire una norma di ragionevolezza: nessun manager delle società pubbliche può avere uno stipendio più alto del presidente della Repubblica. Con il nostro emendamento riportiamo il Parlamento in connessione con la realtà e al fianco delle cittadine e dei cittadini che stanno attraversando una profonda crisi economica”, conclude.