Dl aiuti: Turco, 'M5S chiese taglio Iva pane e latte già a marzo'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 26 lug. (Adnkronos) – "E' incredibile vedere diversi esponenti di governo e forze politiche intestarsi la proposta di intervento sull'Iva sui beni di prima necessità. Siamo oltre la farsa: a marzo, poche settimane dopo l'invasione dell'Ucraina da parte della Russia, Giuseppe Conte chiese misure ad hoc per contrastare la perdita di potere d'acquisto da parte delle fasce più deboli. A fianco alla spinta per un percorso celere di adeguamento dei salari, il Movimento 5 Stelle propose da subito un azzeramento dell'Iva per tutti i beni di largo consumo quali latte, pane, carne, pasta, etc. Quella richiesta cadde mestamente nel vuoto e non fu presa in considerazione. Ora anche il governo finalmente ci è arrivato". Così in una nota il vicepresidente del M5s Mario Turco.

"In questi giorni, nel clima di perdurante caccia alle streghe scatenato dalle dimissioni del presidente Mario Draghi, c'è solo una verità che emerge: il governo dimostra nei fatti che quello che il MoVimento suggeriva di fare a inizio primavera non soltanto era giusto nell'ottica del sostegno ai cittadini, ma necessario a favore delle famiglie fragili. Si è perso tempo, ma meglio tardi che mai", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli