Dl aiuti: Zanda (Pd), 'parole Petrosino e D'Alfonso spiegano perchè Parlamento agonizza'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 15 set (Adnkronos) – "Le due interviste al 'Corriere della sera' dei senatori Petrosino e D'alfonso fanno ben capire perchè il Parlamento italiano sta agonizzando. Petrosino dice di aver presentato per 'gentilezza' il suo originale emendamento sul tetto alle retribuzioni dei dirigenti pubblici. E' incredibile. Se non lo avessi letto con i miei occhi, non avrei mai creduto possibile l'esistenza di atti legislativi (perchè tali sono gli emendamenti) presentati 'per gentilezza'". Lo dice il senatore del Pd Luigi Zanda.

"D'Alfoso ha dichiarato che lui e Pesco (non sono solo i presidenti di due importanti commissioni del Senato, ma anche i due relatori del Dl Aiuti bis), non hanno potuto leggere per ragioni di fretta un emendamento del governo su cui però non hanno esitato a dare in aula un parere favorevole. Esiste quindi anche per la categoria dei pareri parlamentari, il canone della 'gentilezza' nei confronti del governo", prosegue Zanda.

"La questione travalica il merito dell'emendamento, del tetto delle retribuzioni e anche dell'inesperienza e dell'imperizia di queste ammissioni. In questo episodio c'è una traccia moto chiara che illumina una delle ragioni del declino del potere legislativo in Italia", conclude Zanda.