Dl cura Italia, Durigon: davanti a proposte Lega maggioranza nel panico

Pol/Vep

Roma, 27 mar. (askanews) - "Siamo pronti con una norma che fa arrivare anticipatamente i soldi ai lavoratori che stanno in cassa integrazione, la presentiamo oggi tra gli emendamenti del decreto Cura Italia. Si tratta di dare soldi vincolati alle aziende soltanto per pagare gli stipendi. E' come se ogni volta che proponessimo qualcosa quelli della maggioranza vadano nel panico, pensano più alla visibilità che a quello che serve in questo momento. Ieri Conte aveva annunciato altri 25 miliardi poi nel pomeriggio ha capito che erano pochi e ha detto 50. Serve un pressing continuo per fargli capire quello che serve in questo momento. Nella fase di rilancio non si può pensare di non mettere tutti gli strumenti in campo". Lo ha detto il deputato della Lega Claudio Durigon a Radio Cusano Campus.

"L'America ha chiamato il suo piano bazooka, noi non possiamo essere da meno. Le piccole-medie imprese che sono il motore del nostro Paese sono strozzate dal credito, quindi c'è bisogno di un'iniezione di denaro. Questa doveva arrivare ieri, ogni giorno in più che passa rischia di fare chiudere tante aziende. Ho paura, visto come è andato l'incontro con il Consiglio Ue, che il nuovo decreto tardi ancora - osserva -. I 10 giorni di ultimatum dati da Conte all'Europa sono troppi, sembra che l'Ue voglia metterci in difficoltà apposta. Ieri Draghi ha detto bene: bisogna agire subito invece noi stiamo tardando troppo".