Dl Cura Italia, Fdi: dal governo scarsa apertura ma dialoghiamo

Luc
·1 minuto per la lettura

Roma, 4 apr. (askanews) - "Questa mattina si è svolto il nuovo incontro tra il governo e l'opposizione in merito agli emendamenti del dl Cura Italia. Un incontro che è stato aggiornato a domani pomeriggio. Nel corso di questo sono stati discussi gli emendamenti ai primi articoli del Cura Italia, con la disponibilità del governo a prendere in considerazione soltanto quelli a costo zero. Fratelli d'Italia "ha posto subito alcune priorità relative agli articoli discussi: 1. voucher lavoro liberi in tutti i settori in particolare in agricoltura per tutto il 2020; 2. allentamento dei vincoli del decreto Dignità per rendere più facile assumere; 3. eliminazione dell'obbligo di contrattazione sindacale per l'accesso alla Cassa integrazione durante l'emergenza e divieto per i sindacati di chiedere qualsiasi onere o quota associativa per la Cig; 4. abolizione almeno per il 2020 del minimo contributivo Inps per artigiani e commercianti; 5. sospensione degli affitti delle case popolari per chi ha perso la sua fonte di reddito". Finora Fdi "ha registrato purtroppo finora una scarsissima apertura da parte del governo su questi temi. Continueremo il dialogo con spirito collaborativo ma con grande determinazione sui provvedimenti che reputiamo fondamentali per la Nazione". Lo dichiarano i capigruppo di Senato e Camera di Fdi, Luca Ciriani e Francesco Lollobrigida e il responsabile nazionale del programma di Fdi, Giovanbattista Fazzolari.