Dl cura Italia, Ronzulli (Fi): misure insufficienti

Pol/Vlm

Roma, 18 mar. (askanews) - "Misure una tantum insufficienti, che durano solo un mese, che perpetuano la discriminazione strisciante nei confronti di autonomi e partite iva che saranno purtroppo i lavoratori più colpiti dall'attesa recessione economica, sono storicamente i primi a perdere il posto. Il cosiddetto Cura-Italia non risolverà nessun problema ma, al limite, consentirà agli italiani di tirare a campare per qualche settimana. Non ci sono misure per sostenere un settore decisivo per l'Italia come il turismo, sono trascurati altri che occupano migliaia di persone come l'edilizia". Così, in una nota, la vicepresidente del gruppo Forza Italia al Senato, Licia Ronzulli.

"Troppo poco - aggiunge - per le possibilità finanziarie che esistevano: il governo è stato poco coraggioso e non ha accolto le proposte di Forza Italia che, invece, lo avrebbero reso più incisivo. Deve assolutamente cambiare in Parlamento con misure in favore di chi è stato consapevolmente trascurato dalla prima stesura, chiedendo un sostegno più incisivo per le famiglie e un piano coraggioso di abbattimento delle tasse sui lavoratori e sulle aziende che poi è l'unico modo per avvicinare e accelerare una ripresa dalla quale dipende la stessa sopravvivenza del nostro sistema economico. Dal governo, non è questo il tempo della timidezza, serve la spinta, serve accelerare, diversamente saremo siamo pronti a difendere gli interessi degli italiani".