Dl elezioni 2021, Camera: ok a decreto che rinvia voto

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Dl elezioni 2021, la Camera ha approvato con 376 voti a favore e 28 contrari il ddl di conversione del decreto-legge del 5 marzo 2021, che prevede le disposizioni urgenti per il differimento delle elezioni nel 2021. Il provvedimento è già stato approvato dal Senato.

Il decreto, in considerazione del permanere del quadro epidemiologico da Covid-19, rinvia la finestra elettorale del 15 aprile-15 giugno al periodo 15 settembre-15 ottobre 2021 e interessa il rinnovo dei consigli comunali e circoscrizionali, le elezioni suppletive dei seggi vacanti alla Camera e al Senato, le elezioni amministrative i cui organi sono stati sciolti per fenomeni di infiltrazione mafiosa e le elezioni amministrative a seguito dell'annullamento degli organi delle amministrazioni comunali.

Contestualmente il decreto dispone che le consultazioni si svolgano nelle giornate di domenica e lunedì e riduce a un terzo il numero delle sottoscrizioni per la presentazione delle liste alle elezioni comunali e circoscrizionali.

Solo per le elezioni amministrative i comuni interessati sono 1312; alle urne saranno chiamati 20 comuni capoluogo di provincia e di questi 6 sono anche capoluogo di regione: Bologna, Milano, Napoli, Roma, Torino e Trieste. Undici le città con più di 100.000 abitanti che rinnoveranno i propri organi di governo e di rappresentanza.