Dl elezioni, Fassino: compromesso non voto a ottobre, Fdi: parliamone

Gal

Roma, 9 giu. (askanews) - Tentativi di mediazione in Aula alla Camera dove l'ostruzionismo messo in atto da Fratelli d'Italia sul decreto elezioni sta allungando i tempi. Piero Fassino, deputato del Pd ha preso la parola in Aula questa mattina rivolgendosi proprio ai colleghi di Fdi: "voi dite: mettiamoci d'accordo, ci riuniamo e troviamo una data di compromesso. No, noi proponiamo una data, voi ne proponete tutt'altra e non che la vostra proposta la proposta di compromesso. Noi proponiamo il 20 settembre che, in realt, voi sapete gi frutto di una mediazione; a voi non va bene, legittimamente, ci dite: noi vogliamo ottobre, mettiamoci d'accordo e scegliamo ottobre. Che compromesso , scusate? semplicemente che volete che noi scegliamo la vostra data".

Pronta la replica di Giovanni Donzelli: "c' un'apertura importante da parte del collega Fassino. Chiedo di sapere se parla a titolo personale o a nome del suo gruppo. Noi siamo pronti a una mediazione fra il 20 settembre e ottobre e siamo pronti anche ad approfondire, in queste ore che ci saranno per la sospensione per la sanificazione dell'Aula, la questione. Se c' una disponibilit della maggioranza, come ha annunciato il collega Fassino, parliamone, noi siamo pronti a parlarne per trovare una soluzione".

Fassino ha osservato anche che si pu trovare una soluzione al problema del deposito delle liste nelle prime settimane di agosto quando "la gente in ferie. Argomento non privo di senso - ha osservato -, ma c' una modalit semplice che mi permetto di rappresentare all'Assemblea a titolo personale, senza impegnare neanche il mio gruppo: basta anticipare la data di deposito delle liste al 31 luglio per aver risolto questo problema. Si usa il mese di giugno e di luglio per fare le liste, raccogliere le firme, le si depositano il 31 luglio e la gente va in ferie tranquilla tutta e si vota il 20 settembre. Semplicissimo. Basta un emendamento, a questo punto della discussione, del relatore e abbiamo risolto questo problema".

Anche su questo Fratelli d'Italia annuncia la propria disponibilit: "visto che la maggioranza inizia a rendersi conto che necessario sedersi a un tavolo e parlare, noi confermiamo la disponibilit. Spero - ha concluso Donzelli - che Fassino non abbia fatto un intervento a titolo personale, ma che ci sia una disponibilit vera della maggioranza; noi siamo pronti ad affrontare, a vedere, a mediare insieme e a trovare una soluzione".