Dl elezioni, Lega-Fi contestano voto in Senato, seduta sospesa

Luc/Afe

Roma, 18 giu. (askanews) - Lega e Forza Italia contestano il voto dell'aula di Palazzo Madama sulla proposta del senatore della Lega Roberto Calderoli di non passare agli articoli del decreto elezioni, proposta bocciata per soli tre voti. La votazione si svolta in principio per alzata di mano e la presidente Elisabetta Casellati ha proclamato approvata la proposta. Subito dopo, per, stata chiesta una controprova con il voto elettronico chiudendo le porte dell'aula.

"Nessuno aveva chiesto il voto elettronico - ha lamentato Calderoli - con il voto per alzata di mano il risultato era evidentissimo al punto che lei, Presidente, prima che venisse chiesta la controprova ha detto che la proposta era stata accolta". Casellati ha chiarito di aver chiesto, prima della controprova, che venissero chiuse tutte le porte per evitare che entrassero senatori che non avevano diritto a partecipare alla votazione, non essendo presenti a quella per alzata di mano. "Ho chiesto ai senatori di verificare che le porte fossero chiuse, la responsabilit in capo a chi ha una specifica funzione. Ho detto di chiudere tutto, se poi qualcuno non l'ha fatto ne risponder", ha detto Casellati.

La senatrice di Fi Licia Ronzulli ha chiesto di "verificare con il circuito chiuso quello che accaduto in quest'aula" perch "durante il voto per alzata di mano le tribune erano vuote. inaccettabile quello che hanno fatto i senatori nelle tribune, inaccettabile in una democrazia come la nostra". Anche il senatore di Fdi Ignazio La Russa ha chiesto una verifica: "Il suo comportamento stato ineccepibile, Presidente, ma c' la responsabilit di colleghi che hanno fatto finta di non sapere che non potevano votare. A nostro avviso c' stata una presenza nelle tribune di persone che non avevano diritto di votare, le chiedo di accertarlo".

La presidente Casellati ha quindi sospeso la seduta per permettere ai Questori di verificare l'accaduto perch su quest'aula "non possono esserci ombre e sospetti".