Dl elezioni, Lollobrigida: maggioranza media solo con se stessa

Pol/Arc

Roma, 9 giu. (askanews) - "Credo che il collega Fassino sappia che cosa sia una mediazione: avere posizioni diverse e trovare un punto di equilibrio". Lo ha detto intervenendo nell'Aula di Montecitorio il capogruppo di Fratelli d'Italia, Francesco Lollobrigida, durante l'esame del decreto elezioni. "Non mediazione - ha proseguito - se avviene tra le forze della singola maggioranza che, non trovando un punto di incontro su niente, impongono alle opposizioni una data con un meccanismo ben lontano da quel che noi intendiamo come mediazione ignorando quella parte di Nazione che noi rappresentiamo. Non sappiamo se rappresentiamo 1,2,3,4 milioni di cittadini italiani, non sappiamo quanto rappresenti il centrodestra presente in quest'Aula, ma siamo una Repubblica parlamentare non regionalizzata, quindi non sufficiente mediare con le Regioni e con i candidati potenziali alle elezioni regionali, senza interloquire con le forze in Parlamento. Non mi risulta ci sia alcuna forza del centrodestra che abbia detto che il 20 Settembre vada bene e allora, fino a quando non accadr, fin quando qualcuno non si alzer in quest'Aula per dire che va bene il 20 Settembre, la mediazione viene fatta con Renzi, con il Movimento 5 stelle e con Leu. Non certo con noi", ha concluso Lollobrigida.