Dl elezioni, Mantovani(M5s): critici su rinvio ricordino precedente Francia

Pol/Gal

Roma, 18 giu. (askanews) - "A qualche voce critica vorrei ricordare un pericoloso precedente cui non stata data la dovuta rilevanza. Riguarda le elezioni amministrative in Francia: i francesi, all'inizio della pandemia, hanno deciso di andare avanti lo stesso, pur avendo un sistema a doppio turno, con il risultato che hanno svolto il primo turno e poi sono stati costretti a bloccarsi. Ebbene, il secondo turno si terr il prossimo 28 giugno, oltre tre mesi dopo il primo!" Lo ha detto nell'aula del Senato la senatrice del MoVimento 5 Stelle Maria Laura Mantovani intervenendo nella discussione sul decreto legge elezioni.

"Anche noi - aggiunge - lo ricordo per tutti gli smemorati, abbiamo il sistema elettorale a doppio turno per molti dei Comuni e per la Regione Toscana. Cosa sarebbe successo se anche noi avessimo deciso di votare in fretta e furia? Come avremmo gestito la situazione in caso di blocco tra il primo e il secondo turno elettorale? Il compito di amministrare quei comuni sarebbe stato affidato alle amministrazioni precedenti oppure a dei commissari? E svolgere il secondo turno dopo settimane e settimane non avrebbe potuto alterare gli equilibri elettorali, inficiando il voto? Questo decreto che il Parlamento converte in legge - conclude la senatrice Mantovani - mette ordine e garantisce un buon equilibrio tra le esigenze di posticipo legate alla pandemia e la necessit di garantire lo svolgimento delle elezioni nelle migliori condizioni possibili, a tutela della nostra democrazia".