Dl elezioni, Ungaro: voto estero in sicurezza con nuove tecnologie

Pol/Vlm

Roma, 11 giu. (askanews) - "Se vogliamo trovare un lato positivo all'insensato ostruzionismo alla Camera del Gruppo di Fratelli d'Italia durante l'iter di approvazione del DL Elezioni possiamo dire che positiva la discussione apertasi sul tema del voto elettronico per gli italiani all'estero. Bene quindi il via libera del Governo poco fa all'impegno proposto dal mio ordine del giorno sul tema e sottoscritto anche dai colleghi Migliore e Car". Cos Massimo Ungaro, deputato di Italia Viva eletto nella Circoscrizione Estero-Europa.

"La messa in sicurezza del voto all'estero un tema importante e urgente, ma servono interventi organici per evitare di peggiorare la situazione creando problemi di sicurezza di altra natura, come successo in Francia che dopo l'introduzione del voto elettronico nel 2012 per i francesi residenti all'estero poi fece dietrofront proprio per questi motivi. Le nuove tecnologie a disposizione, quali la blockchain, possono essere una svolta digitale importante, come peraltro stabilito da una nostra proposta di legge depositata nel 2019 per mettere in sicurezza il voto per corrispondenza dei connazionali all'estero", conclude.