Dl fiscale, Fdi: ignobile dietrofront su stipendi Vigili fuoco

Pol/Arc

Roma, 2 dic. (askanews) - "Fratelli d'Italia esprime disappunto per il ritiro del sub emendamento che assegnava le risorse necessarie, 75 milioni di euro dall'anno 2020 e 220 milioni a regime dal 2013, per dare esecuzione all'equiparazione stipendiale dei Vigili del fuoco con le altre forze dell'ordine". Lo dichiarano in una nota i capigruppo di Fdi in commissione Affari costituzionali e Bilancio, Emanuele Prisco e Marco Osnato, chiedendo al governo di riparare immediatamente in aula o nella legge di Bilancio, attualmente in discussione al Senato.

"Nonostante la disponibilità dell'opposizione e di Fratelli d'Italia a condividere un testo unico, all'ultimo secondo, la maggioranza - riferiscono - ha ritirato i soldi necessari a rendere esecutiva quell'equiparazione per cui Fdi la scorsa settimana aveva presentato e fatto approvare una risoluzione. Lo scippo è avvenuto nella notte in commissione Finanze, alla faccia delle numerose rassicurazioni provenienti da tutti i partiti nei confronti dei vigili del fuoco. L'equiparazione stipendiale che è una storica battaglia dei vigili del fuoco, sostenuta da FDI, avrebbe restituito la giusta dignità ai nostri uomini e alle nostre donne in divisa che tutti i giorni rischiano la vita per la nostra sicurezza. Invece, i vigili del fuoco restano un corpo molto apprezzato dai cittadini ma tra i più bistrattati dalla politica".